La Riforma Costituzionale punto per punto, a cura di Andrea De Pasquale


rifcostadp
Personalmente ho affrontato la lettura puntuale delle modifiche con un certo timore, avendo un orientamento politico per il SI’ ma temendo di trovare nel testo cose non condivisibili, date le critiche dei sostenitori del NO in circolazione ormai da mesi. Invece il testo a fronte ha reso ancora più convinto il mio voto favorevole, anche dal punto di vista tecnico (feci la tesi di Giurisprudenza proprio sulla Costituzione, leggendomi mesi di dibattito in Assemblea Costituente). E soprattutto non ho trovato proprio nessun appiglio di “restringimento della democrazia” e “deriva autoritaria”, accuse evidentemente mirate a spaventare un elettorato poco informato, più che ad argomentare tesi giuridicamente fondate.

[Andrea De Pasquale]

Ecco i 14 punti principali affrontati uno per uno:

1. L’ITER PARLAMENTARE (2 ANNI E 6 APPROVAZIONI)
2. I PRINCIPI FONDAMENTALI E I DIRITTI-DOVERI NON VENGONO TOCCATI

3. DAL BICAMERALISMO PARITARIO A QUELLO DIFFERENZIATO
4. Il NUOVO SENATO
5. LEGGI MONOCAMERALI (95%), LEGGI BICAMERALI (5%) E VOTO A DATA CERTA
6. LE LEGGI DI INIZIATIVA POPOLARE
7. I POTERI DEL GOVERNO: VOTO A DATA CERTA E LIMITI AI DECRETI LEGGE.
8. LA VERIFICA PREVENTIVA DI COSTITUZIONALITA’ DELLE LEGGI ELETTORALI
9. UNA POSSIBILITA’ IN PIU’ PER IL REFERENDUM ABROGATIVO
10. ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
11. RIORDINO DELLE COMPETENZE E MENO CONFLITTI TRA STATO E REGIONI
12. LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: TRASPARENZA, RESPONSABILITA’, COSTI STANDARD
13. LA “CLAUSOLA DI SUPREMAZIA” E LA RIMOZIONE PER DISSESTO FINANZIARIO
14. VARIE: EQUILIBRIO DI GENERE, MINORANZE, PAESAGGIO, GUERRA, CNEL
Condividi questo articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.